L'EDIZIONE 2019



Lights

Orientamento, formazione, voglia di riscatto e di mettersi in gioco e ancora diritti e nuovi lavori, valorizzazione delle competenze e delle proprie aspirazioni, ma anche la difficoltà di rapportarsi con la complessità dell’attuale mercato del lavoro. Sono questi i temi emersi dalla seconda edizione di JOB CIAK – I giovani riprendono il lavoro, ideato da Uil – Unione Italiana del Lavoro – e UIL TV. Una manifestazione che continua a riscuotere grande successo tra gli addetti ai lavori e tra i giovani registi.

Alla seconda edizione sono stati ammessi 30 cortometraggi valutati dalla giuria di qualità composta dall’attrice Veronica Pivetti, dal regista Gianfranco Pannone e dalla giornalista Laura Delli Colli (Presidente).

Nella storica e prestigiosa Sala Fellini di Cinecittà, il 4 aprile 2019, la giuria ha assegnato il premio per il miglior cortometraggio a “Disorientati” di Domenico Croce, Lisa Destro, Matteo Serman. Un piccolo film che è un invito a seguire le proprie passioni valorizzando personalità e capacità professionali.
Un messaggio che il corto lancia raccontando con delicatezza e grande sincerità la storia di due ragazzi che intraprendono, come accade alla maggior parte dei giovani, un lavoro fuori non solo lontano dai propri sogni ma anche dal loro talento.

“Disorientati” ha ricevuto anche la menzione speciale For.Te – il Fondo interprofessionale per la formazione continua nel terziario che ha sostenuto l’iniziativa - per la capacità di raccontare l’importanza della formazione e dell’orientamento nei percorsi di crescita e nelle scelte individuali.



La Giuria ha, inoltre, segnalato il cortometraggio “AnnA” di Giuseppe Marco Albano e “La viaggiatrice” di Davide Vigore per la qualità e il taglio professionale decisamente più maturo nella capacità di costruire un racconto anche emotivamente coinvolgente. .



Una giuria di 40 giovani, under 35 provenienti da tutta Italia, attivisti delle Unioni regionali UIL, hanno assegnato il premio “GiovaniXiGiovani” a “Così si fa” di Lorenzo Daddi e Giulio Dal Pont e a “La viaggiatrice” di Davide Vigore.



Il Premio social è andato a Raimondo Franzoni con “Il neolaureato” che racconta le difficoltà di un giovane che, dopo la laurea, muove i suoi primi passi nella difficile realtà socio economica del Sud. Un film che ha ottenuto 2256 preferenze in rete.



La Uil e la UIL TV hanno scelto infine di conferire una menzione speciale a “Rights Alert” di Demetrio Cattabriga e Calogero Passarello e “Tutti a casa” di Geraldine Ottier, riconoscendo loro il merito di raccontare in modo efficace e delicato due temi caldi del mondo del lavoro: la condizione dei lavoratori nelle nuove professionalità 4.0 che vivono nell’incertezza di garanzie, tutele e diritti (‘Rights Alert’) e il rischio di subire discriminazioni sul luogo di lavoro perdendo diritti legati alla libertà e alla dignità della persona (‘Tutti a casa’).

PHOTOGALLERY

VIDEOGALLERY


CERIMONIA DI PREMIAZIONE
4 aprile 2019 - Cinecittà Studios "Sala Fellini"

JOB CIAK: A "DISORIENTATI"
IL PREMIO COME MIGLIOR CORTOMETRAGGIO

Job Ciak premia i miglior cortometraggi sul lavoro realizzati da giovani under 35. A Cinecittà Studios la cerimonia di premiazione con Gianfranco Pannone, Laura Delli Colli, Veronica Pivetti e Carmelo Barbagallo


VIDEO INTEGRALE DELLA PREMIAZIONE
ROMA 4 APRILE 2019

Dalla Sala Fellini di Cinecittà la cerimonia di premiazione della seconda edizione del video contest organizzato da Uil e Uil Tv: ”Job Ciak, i giovani riprendono il lavoro“..



JOB CIAK. OPINION LEADER SI CONFRONTANO SU GIOVANI E LAVORO

In occasione della cerimonia di presentazione del video contest Job Ciak - i giovani riprendono il lavoro, opinion leader del giornalismo italiano si confrontano su un binomio che, soprattutto in questi anni di crisi economica, fa fatica a conciliarsi.


LO SPOT DELLA IIa EDIZIONE